Benvenuti nel blog di
Martina

Consigli pratici per vendere e comprare casa.

Home » Procura notarile: cos’è e come funziona

Procura notarile: cos’è e come funziona

Procura notarile…che parolone! In realtà si tratta di uno strumento utilissimo in campo immobiliare quando non puoi occuparti della vendita della tua casa in prima persona e desideri affidare il compito a qualcun altro. In questo articolo ti spiegherò come fare!

Abiti alle Hawaii (beato te!) ma possiedi una casa in Italia che vorresti vendere. Cosa fai?

A) Te la fai a nuoto dalle Hawaii fin qui tutte le volte che ci sono pratiche da sistemare/documenti da firmare
B) Sottoscrivi una procura notarile per delegare a qualcuno di tua fiducia la compravendita della tua casa

Benché io trovi che l’opzione A) sia particolarmente indicata se vuoi fare movimento in vista della prova costume, la scelta corretta è ovviamente la B). Di seguito perciò ti elencherò tutto quello che devi sapere sulla procura notarile e come effettuarla.

1- Procura notarile: cos’è?
Una procura è sostanzialmente un atto che si stipula tutte le volte che hai bisogno di affidare a un’altra persona il compimento di uno o più atti giuridici a nome tuo.
Ok, in parole povere?”. In termini più semplici, chi la riceve (che viene detto rappresentante) può prendere delle decisioni al posto tuo (il rappresentato) su un determinato ambito (nel nostro caso, la vendita della tua casa).
La procura, per essere valida giuridicamente, deve essere obbligatoriamente sottoscritta davanti al notaio quando vuoi delegare un compito che si svolge tramite atto pubblico.
La compravendita di un immobile è un atto pubblico?” Sì, quindi per affidarla a qualcun altro ti serve una procura notarile. Tutto chiaro fin qui? Bene, andiamo avanti.

2- Quanti tipi di procura esistono?
Ne esistono due:
– Procura speciale: riguarda lo svolgimento di un solo atto giuridico e scade una volta che questo è stato compiuto. Non viene registrata, ma sottoscritta in una sola copia, che il notaio consegna in originale al cliente
– Procura generale: si effettua quando si vuole delegare a un’altra persona la totalità dei propri affari. Non ha una scadenza, ed è obbligatoriamente soggetta a registrazione. Il notaio si tiene l’originale, però ti può rilasciare delle copie nel caso ti dovessero servire.

Se devi solo vendere la tua casa, ti basta sottoscrivere una procura speciale. A meno che tu non abbia chissà quale giro di affari a cui badare… comincio a capire perché abiti alle Hawaii!

3- Come funziona?
Attenzione: la procura NON è un contratto, quindi la persona che ti rappresenta può anche decidere di non usufruire di questo potere (non la puoi mica obbligare!). Se decide però di accettare il tuo incarico è chiaro che dovrà essere una persona di cui ti fidi veramente, poiché avrà la responsabilità di agire esattamente come se fossi tu.
Se quindi non sei sicuro che sappia scegliere il giusto acquirente per la tua casa o non abbia tempo per occuparsi di tutte le pratiche della compravendita, forse ti conviene scegliere qualcun altro.


4- Quali documenti servono e quanto costa?
Per sottoscrivere una procura notarile devi necessariamente presentare:
– La tua carta d’identità e il codice fiscale
– La carta d’identità e codice fiscale del rappresentante
Si aggiungono poi altri documenti in base alle circostanze e al tipo di procura. Questa dovrà inoltre contenere nel dettaglio quali poteri sono conferiti al rappresentante, quindi quello che potrà o non potrà fare.
Per quanto riguarda il prezzo, la procura speciale costa un po’ meno di quella generale perché non ha spese di registrazione. Tieni presente però che i prezzi possono variare in base al notaio a cui ti rivolgi. Niente di trascendentale, in ogni caso.
Questo è tutto, spero di essere stata esauriente!
Se però hai ancora dei dubbi, ti invito a visitare la sezione Il Notaio risponde, dovrai potrai porre tutte le domande che vuoi direttamente al nostro Notaio di fiducia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.