Benvenuti nel blog di
Martina

Consigli pratici per vendere e comprare casa.

Home » Posso vendere una casa ricevuta in donazione?

Posso vendere una casa ricevuta in donazione?

Devi sapere che non c’è nessuna legge che proibisca di vendere una casa ricevuta in donazione. La questione però è più complicata di quel che sembra, sia per la facilità con cui può essere revocato l’atto, sia per la resistenza delle banche quando si tratta di concedere il mutuo. In questo breve articolo cercherò quindi di spiegarti quali soluzioni possono esserci.

Una casa ricevuta in donazione può essere al tempo stesso una fortuna ma anche un problema. Se da un lato infatti ci si ritrova come per magia ad essere proprietari di un immobile senza dover pagare alcun corrispettivo, dall’altro nessuno ti garantisce che quella casa nel lungo periodo rimarrà effettivamente tua.

La donazione infatti è un atto che per legge si può facilmente impugnare e revocare per un sacco di motivi e da diverse persone (gli eredi, i creditori, o persino il donante stesso). Ecco i tre aspetti da valutare (e giuro che non ti annoierò):

  • Ragioni per la revoca
  • Tempi di prescrizione
  • La resistenza delle banche

1- Ragioni per la revoca

Il primo a voler fare marcia indietro potrebbe essere proprio chi ha donato l’immobile. Per fargli cambiare idea basterebbe infatti un banale litigio o un comportamento scorretto da parte del donatario, e in questo caso si parla di revoca per ingratitudine.

Oppure potrebbero nascere dei figli, e quindi il donante potrebbe rivolere indietro la casa per loro. O ancora: ci sono dei debiti e l’immobile viene donato per evitare che venga pignorato. Anche in questo caso, i creditori possono chiedere la revoca dell’atto.

I legittimi eredi di chi ha ceduto l’immobile potrebbero infine dichiarare che è stata lesa la parte di eredità che gli spettava, e quindi chiedere un’azione di riduzione per recuperare la propria quota, o addirittura la restituzione della casa.

Naturalmente tutte queste azioni per essere effettive richiedono un pronunciamento giudiziale. Tuttavia, capisci che con tutte queste parti in gioco, vendere sia una questione alquanto delicata?

3- Tempi di prescrizione

“Ma quindi non posso stare tranquillo?”. Sì e no. Nel senso che in base alla motivazione vi sono dei tempi entro cui un’eventuale revoca della donazione non sarebbe più valida. In particolare:

  • Un anno in caso di revoca per ingratitudine
  • 5 anni per sopravvenienza di figli
  • 5 anni se l’atto revocatorio è impugnato da dei creditori
  • 10 anni per un’azione di riduzione proposta dai legittimi eredi
  • 20 anni se gli eredi desiderano la restituzione dell’immobile

Tirando le somme, dovresti aspettare ben 20 anni prima di riuscire a vendere la casa senza problemi; direi che non è il caso, considerando che molto probabilmente a te serve venderla ora!

3- La resistenza delle banche

Un altro aspetto a cui forse non hai pensato, è che un potenziale acquirente potrebbe avere difficoltà a farsi concedere il mutuo dalla banca. Gli istituti di credito giustamente non accettano di erogare il finanziamento per un immobile che in futuro non potrebbero nemmeno ipotecare.

Ḕ logico: non hanno la garanzia che la casa rimarrà effettivamente di proprietà di chi l’acquista, quindi chi glielo fa fare? 

Insomma, vendere una casa ricevuta in donazione comporta un po’ di matasse da sbrogliare e ti serve l’aiuto di un professionista che sappia consigliarti bene (per la tua tutela e per quella dell’acquirente). Ci sono diversi modi per vendere una casa ricevuta in donazione, come la revoca della donazione e la rinuncia all’azione di riduzione. Senza entrare nel dettaglio e senza riempirti la testa con altre informazioni tecniche, concluderò dicendoti che se deciderai di vendere la tua casa donata insieme a noi, ti spiegheremo come procedere per essere tutelato al 100%.

Mi rendo conto che si tratta di questioni molto tecniche, quindi se hai dei dubbi, ti invito a contattarci qui, saremo felici di rispondere a tutte le tue domande!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.